La internet dipendenza, conosciuta come Internet Addiction Disorder è una patologia nata per scherzo dal Dottor Goldberg

 

Ho ripreso in mano un libro che lessi durante il mio percorso universitario, Perversioni in rete, le psicopatologie da internet e il loro trattamento del dott. Giorgio Nardone di cui propongo in seguito alcuni estratti.

Si tratta di un libro molto interessante, adatto oggigiorno a chiunque passi tempo a navigare su internet.

Continue reading “Internet Addiction Disorder ovvero l’internet dipendenza” »

Recentemente Italo Cillo ha pubblicato un seminario gratuito davvero interessante della durata di un’ora sugli aspetti che regolano la vendita sul web.

(Unica pecca non si è parlato della notifica al comune di residenza dell’avvio attività)

Visita il forum del barone rosso per maggiori dettagli

Ospite in studio Massimo Arena, un commercialista specializzato da anni sulla materia e gli aspetti fiscali e tributari degli infoprodotti.

Se anche tu come me, sei sprovvisto di partita iva, ma vuoi allo stesso tempo testare il mercato allora sappi che ci sono buone notizie. Ho successivamente aperto partita iva… continua a leggere..

In breve:

  • L’attività deve essere a carattere occasionale
  • Preoccupati di dichiarare il reddito solo dopo aver veramente creato ricchezza
  • Fino a 5000 euro la partita iva non serve
  • Emetti ricevute fiscali

L’attività deve essere a carattere OCCASIONALE

Il carattere occasionale dell’attività è il requisito essenziale.

Purtroppo Cillo e Arena trattano velocemente questo punto, senza specificare se un sito ecommerce in fase di test, possa essere ritenuto un’attività occasionale.

L’articolo del sito b2commerce.it riporta quanto segue:

Il Ministero delle Finanze, in particolare, afferma che “i requisiti di professionalità e abitualità sussistono ogni qual volta il soggetto ponga in essere con regolarità, sistematicità e ripetitività una pluralità di atti economici finalizzati al raggiungimento di uno scopo”.

La semplice vendita della propria auto usata, quindi, non costituisce un’attività professionale; mentre la ripetitività di azioni simili, costituiscono inevitabilmente un’attività tipica da regolarizzare.

Preoccupati di dichiarare il reddito solo dopo aver veramente creato ricchezza

È inutile fasciarsi la testa prima di cominciare. Questo è il succo che si può dedurre dalla prima parte del seminario. Se vuoi dichiarare il reddito devi prima preoccuparti di creare ricchezza. Ecco quindi che puoi utilizzare tutti le agevolazioni normative e tributarie esistenti.

Purtroppo come abbiamo visto dobbiamo anche cercare di mantenere il carattere di occasionalità della vendita in modo tale evitare di incorrere in sanzioni.

Fino a 5000 euro la partita iva non serve

Stando a Massimo Arena, la partita IVA è necessaria se si superano i 5000 euro (annui). Tuttavia sempre secondo Massimo arena, il consulente intervistato da Cillo, l’inps non è in grado di capire subito quando i 5000 euro sono stati superati.

Con il Decreto del Presidente della Repubblica n. 633 del 72

Si è fatto obbligo che soggetti quali: imprese, artisti, o liberi professionisti debbano richiedere all’agenzia delle entrate il numero di partita iva.

Ricordiamo che tale numero deve essere pubblicato sulla home page del sito web che si intende usare per la vendita occasionale dei propri prodotti.

Inoltre tale numero deve essere pubblicato anche se il sito viene utilizzato per scopi pubblicitari.

Stando a Massimo Arena quindi, chi possiede un numero di Partita Iva ha l’obbligo di pubblicarlo sul proprio sito web, diversamente, diversamente chi non ha una partita iva aperta può avvalersi degli strumenti informatici per vendite occasionali.

 

Ho avuto modo di trattare l’argomento Facebook su questo blog nelle ultime settimane parlandoti sia dell’utilità dello strumento in quanto social media e ottimo viral marketing tool, dell’abuso che ne viene fatto attraverso applicazioni spam, e di come creare delle applicazioni o personalizzare le tue fan pages.

Continue reading “Come catturare l’evento onclick sul pulsante MI PIACE di Facebook” »

Qualche mese fa ho comperato un libro davvero interessante: Effective UI di Jonathan Anderson, JohnMcRee e Robb Wilson

È scritto in lingua inglese ma si legge facilmente (anche grazie alla formattazione del testo, il carattere e l’interlinea scelti).

Continue reading “Sai cos’è la User Experience?” »

Pazzesco, ho appena visto la pubblicità di Google in tv… Continue reading “Promozione dei propri servizi o arruolamento di utenti per la UGC?” »

La parola affiliazione racchiude molti concetti, ma nell’uso più comune, possiamo definire un’affiliazione quando dopo aver preso accordo con un inserzionista ci impegniamo aiutarlo nella generazione della vendita dei suoi prodotti o servizi, attraverso diversi strumenti tra cui possiamo includere i banner.

Continue reading “Come funzionano le affiliazioni e che cosa sono” »

Ho già parlato delle grandi potenzialità di viral marketing con Facebook.

Oggi affronto il tema della creazione di Applicazioni Facebook, uno step necessario per realizzare processi evoluti.

Per fare questo tutorial devi aver creato una pagina fan

Ecco i 7 STEP per creare la tua Facebook application

Continue reading “La creazione di Facebook applications. Ovvero come creare un’applicazione su Facebook” »

Questo articolo ti spiega come installare e utilizzare il plugin per photoshop, per creare file ico. Se non ti vanno sbattimenti e non vuoi installare plugin e perdere tempo, ti consiglio di utilizzare un servizio online.

Continue reading “Creare una Favicon con il Plugin Free per Photoshop” »

Facebook è sicuramente fortissimo dal punto di vista virale.

Motlissimi contenuti vengono diffusi in estrema velocità sfruttando la caratteristica sociale del passaparola su Facebook.

Continue reading “Applicazioni trappola su Facebook” »

Regola 1:
Le persone che navigano il tuo sito, sono chiamate più semplicemente utenti.

Regola 2:
Gli utenti che visitano il tuo sito sono anonimi.

Puoi divertirti a studiare il tuo pubblico utilizzando Google Analytics, uno degli strumenti più completi reperibili gratuitamente sul web, per tracciare il comportamento e le abitudini dei tuoi utenti e pianificare di conseguenza strategie mirate a offrire la migliore esperienza possibile. Continue reading “Che cos’è un lead” »